News

Consiglio numero tre: i vantaggi della mediazione

La tua casa è bella sul mercato, poi scopri il suo vero valore.
Ora bisogna trovare i clienti!

Quindi perché dare l’incarico a un’agenzia
se si comportano così?

Ecco il grande dubbio: basta il web?
Non è indispensabile rivolgersi a un’agenzia per la vendita del tuo appartamento. Puoi esporre un cartello, fare inserzioni su alcuni portali, mostrarlo ai possibili acquirenti, preparare una proposta, fare le visure online, eccetera, eccetera. Il web è pieno di possibilità e offre molte informazioni utili.

Tieni conto, però, che seguire la vendita è un vero e proprio lavoro,
molto più impegnativo di quanto possa sembrare e spesso disseminato
di incognite e di insidie.

Bisogna agire con cautela e saper sciogliere tutti i dubbi che sorgeranno nel corso della trattativa.
Ti faccio qualche esempio.
L’acquirente:
• ha ricevuto l’ok dalla banca per il finanziamento?
• E’ effettivamente in grado di far fronte ai suoi impegni nei tempi previsti?
• Ha preso una decisione consapevole?
• Che fine fa la caparra se sopravviene qualche problema?

E il proprietario:
• sta facendo i passi giusti per mettersi al riparo di complicazioni?
• Sa cosa succede quando la proposta è vincolata all’accettazione del mutuo?
• Sa che cos’è la “clausola del salvo buon fine”?

Quindi il vantaggio del fai da te si traduce essenzialmente nel risparmio dei costi di agenzia. Ma è proprio cosi?

I vantaggi nascosti della mediazione. Sai riconoscere il particolare giusto?
Ti rispondo con un esempio. Ho venduto un appartamento di mia proprietà e ho affidato l’incarico a un agente di mia fiducia. Eppure, sono un agente immobiliare e faccio questo lavoro da tanti anni.
Scarsa fiducia nelle mie possibilità? Un calo di autostima?

No, sono intimamente convinta dei vantaggi della mediazione.
Un cliente non esprime MAI le sue perplessità al proprietario

Il proprietario tende a descrivere l’appartamento con entusiasmo e l’interlocutore difficilmente pone obiezioni. Si fa una sua idea dopo la visita e spesso la cosa finisce lì.
Un buon consulente immobiliare, invece, accoglie i dubbi e se possibile suggerisce una soluzione.

Il proprietario inoltre tende a magnificare quello che per lui è importante ma le esigenze di un acquirente possono essere molto diverse. Ad esempio è capitato che un mio cliente-proprietario ha ribadito per tre volte durante una visita l’efficienza dell’ impianto di allarme.
Il risultato? Il cliente-compratore a cui piaceva l’appartamento, ha voluto vederne altri finchè non mi ha confessato di aver pensato che quell’appartamento fosse a rischio di furti.
Questo ti fa capire quanto sia importante uno sguardo esterno.
Occorre sapere cosa e importante per l’ acquirente, porre l’attenzione su ciò che può soddisfare le sue esigenze, spostare l’attenzione sul particolare giusto.
Questo è quello che faccio io con Grandi Agenzie, grazie a corsi di formazione continua che ci aiutano ad entrare in “simbiosi” con i clienti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito utilizza cookie tecnici: se vuoi saperne di più o negarne il consenso clicca su maggiori informazioni. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso del cookie.
Maggiori Informazioni
Ok